Imposta di soggiorno

Decorrenza

L'imposta di soggiorno del Comune di Cavriglia è stata istituita con delibera del Consiglio Comunale n.14 del 26 aprile 2012 e decorre dal 1° giugno 2012.

Il Regolamento dell'Imposta di Soggiorno è scaricabile in allegato

Come funziona

L'imposta di soggiorno è istituita in base alle disposizioni previste dall'art.4 del Decreto Legislativo 14 marzo 2011 n.23. Il relativo gettito è destinato a finanziare gli interventi, previsti nel bilancio del Comune di Cavriglia, per il turismo, la manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali ed ambientali, nonchè i servizi pubblici attinenti. L'imposta è corrisposta per ogni pernottamento (ovvero a persona per notte) nelle strutture ricettive ubicate nel territorio del Comune di Cavriglia, fino ad un massimo di 5 pernottamenti consecutivi.

Chi deve pagare

L'imposta è dovuta da ogni soggetto, non residente nel Comune di Cavriglia, per ogni pernottamento nelle strutture ricettive situate nel territorio del Comune di Cavriglia.

Esenzioni

Sono esenti dal pagamento dell'imposta di soggiorno:

a) i minori fino al compimento del dodicesimo anno di età;
b) i soggetti che assistono i degenti ricoverati presso strutture sanitarie del territorio, in ragione di un accompagnatore per paziente;
c) i genitori, o accompagnatori, che assistono i minori di diciotto anni degenti ricoverati presso strutture sanitarie del territorio, per un massimo di due persone per paziente;
d) portatori di handicap non autosufficienti compreso un accompagnatore;
e) i dipendenti delle strutture ricettive( alberghiere ed extralberghiere);
f) i soggetti che alloggiano in strutture ricettive a seguito di provvedimenti adottati da autorità pubbliche, per fronteggiare situazioni d'emergenza conseguenti ad eventi calamitosi o di natura straordinaria o per finalità di soccorso umano;

L'applicazione dell'esenzione di cui al precedente comma, lettere b), c), d), e f) è subordinata al rilascio al gestore della struttura ricettiva, da parte dell'interessato, di un'attestazione, resa in base alle disposizioni di cui agli articoli 46 e 47 del D.P.R. n.445 del 2000 e successive modificazioni.

Quanto si paga

La misura dell'imposta è graduata e commisurata con riferimento alla tipologia delle strutture ricettive definita dalla normativa regionale, che tiene conto delle caratteristiche e dei servizi offerti dalle medesime. Per gli alberghi, i campeggi, i residences e gli agriturismi la misura è definita in rapporto alla loro classificazione articolata, rispettivamente, in "stelle", "chiavi" e "girasoli". Si precisa che le strutture "B&B", ai fini delle tariffe, sono parificate alla categoria "affittacamere professionali".
Le misure d'imposta, approvate con delibera della Giunta Comunale , sono rappresentate nell'apposita tabella  scaricabile in allegato.

Riguardo l'importo dell'imposta dovuta, il gestore della struttura può emettere una semplice ricevuta nominativa al cliente (mantenendo la copia come di regola) oppure inserire il relativo importo in fattura indicandolo come "operazione fuori campo I.V.A.

Obblighi dei gestori delle strutture ricettive

I gestori delle strutture ricettive ubicate nel Comune di Cavriglia sono tenuti ad informare, in appositi spazi, i propri ospiti, dell'applicazione, dell'entità e delle esenzioni dell'imposta di soggiorno.

· Essi hanno l'obbligo di dichiarare mensilmente all'Ente, entro il giorno 15 del mese successivo, il numero di coloro che hanno pernottato presso la propria struttura nel corso del mese precedente, il relativo periodo di permanenza, l'imposta dovuta, nonchè eventuali ulteriori informazioni utili ai fini del computo della stessa.

· Essi hanno l'obbligo di versare l'imposta riscossa entro 15 giorni dalla fine di ciascun trimestre. Gli estremi del versamento della medesima vanno indicati nella dichiarazione mensile sopra detta quando questa si riferisce al mese in cui è dovuto il versamento.

. La dichiarazione deve essere trasmessa utilizzando le procedure telematiche messe a disposizione dall'Amministrazione Comunale (sistema UNICOM) ovvero, in alternativa e solo in casi eccezionali, su apposita modulistica cartacea a mezzo PEC, e-mail o direttamente presso l'Ufficio Protocollo del Comune.

· Ai richiedenti l'esenzione di cui all'art. 5 del Regolamento, i gestori devono far compilare la dichiarazione di esenzione, il cui fac-simile è disponibile su sito internet del Comune di Cavriglia, curando che siano riportati in essa tutti dati indicati come obbligatori.

· Le dichiarazioni di esenzione dovranno essere conservate dal gestore per cinque anni al fine di rendere possibili i controlli tributari da parte del Comune di Cavriglia.

· Entro il 30 Giugno di ogni anno il gestore della struttura turistica ricettiva dovrà trasmettere la "Dichiarazione Annuale" prevista dal Regolamento, relativa all'anno precedente.

Attenzione

Il gestore della struttura ricettiva effettua il versamento al Comune di Cavriglia dell'imposta di soggiorno, dovuta, entro quindici giorni dalla fine di ciascun trimestre solare, attraverso la piattaforma PagoPa del Comune di Cavriglia.

Le istruzioni  per procedere al pagamento sono scaricabili in allegato

ATTENZIONE: in caso di mancato o parziale pagamento dell'imposta di soggiorno nei termini prescritti, è possibile effettuare il versamento per regolarizzare la posizione (ravvedimento operoso) ricordando che all'ammontare dell'imposta vanno aggiunti sanzioni e interessi, come sotto determinati:

1. entro 15 giorni dalla scadenza del termine per il versamento, l'imposta dovuta è maggiorata della sanzione del 3%, ulteriormente ridotta ad un importo pari ad un quindicesimo per ciascun giorno di ritardo, e degli interessi legali (rapportati ai giorni di ritardo);

2. entro 30 giorni dalla scadenza, del termine per il versamento, l'imposta dovuta è maggiorata della sanzione del 3% e degli interessi legali (rapportati ai giorni di ritardo);

3. dal 31° giorno a un anno dalla scadenza del termine per il versamento, l'imposta dovuta è maggiorata della sanzione del 3,75% e degli interessi legali (rapportati ai giorni di ritardo).

Il pagamento va effettuato con le stesse modalità previste per il pagamento ordinario dell'imposta, avendo cura di riportare nella causale di pagamento "RAVVEDIMENTO".

NOTA BENE: in questi casi è obbligatorio presentare la dichiarazione mensile dell'imposta di soggiorno con la ricevuta del versamento effettuato.

Rimborsi e compensazioni

Nei casi di versamento dell'imposta di soggiorno in eccedenza rispetto al dovuto, l'importo può essere recuperato mediante compensazione con i pagamenti dell'imposta stessa, da effettuare alle successive scadenze. Gli estremi della compensazione effettuata sono riportati nella stessa dichiarazione mensile. Nel caso in cui i versamenti di cui al comma precedente non siano stati compensati può essere richiesto il rimborso  entro il termine di cinque anni dal giorno del versamento ovvero da quello in cui è stato definitivamente accertato il diritto alla restituzione. Non è
rimborsata l'imposta per importi pari o inferiori a euro quindici.

Locazioni Turistiche

La Regione Toscana ha predisposto un servizio telematico, per adempiere agli obblighi dichiarativi riguardo l'imposta di soggiorno, per i gestori di Locazioni Turistiche, valido anche per gli alloggi situati sul territorio comunale di Cavriglia.

Il servizio è disponibile all'indirizzo

https://www.regione.toscana.it/-/comunicazione-locazioni-turistiche


oppure al link diretto https://arezzo.motouristoffice.it/lt_registrazione.php




Comune di Cavriglia

Torna in cima alla pagina