PNRR - Rigenerazione culturale, sociale ed economica dell'antico Borgo di Castelnuovo in Avane “ACDC - AVANE CENTRALE CREATIVA”



Il Comune di Cavriglia è proprietario dell'antico borgo di Castelnuovo in Avane, un complesso edilizio ubicato nel territorio del Comune di Cavriglia, in prossimità del nuovo abitato di Castelnuovo dei Sabbioni, costituito da una molteplicità di edifici.

Il borgo si trova su un rilievo collinare a margine dell’ampia area in passato interessata dalla attività di escavazione a cielo aperto della miniera di lignite di Santa Barbara, che si è conclusa nel marzo 1994, e nella sua attuale consistenza edilizia costituisce quanto rimane dell’antico paese che sorgeva in tale zona, paese che in larga parte è stato demolito da Enel a causa dell’instabilità del versante che si affacciava sull’area mineraria.

Il borgo è completamente disabitato dalla metà degli anni ‘70, ovvero da quando Enel lo acquistò, edificio per edificio, per sgombrarlo, al fine di evitare possibili pericoli per la popolazione residente.

Il Comune di Cavriglia nell'anno 2003 ha acquistato l’intero borgo ed ha successivamente dato corso alla attuazione di alcuni interventi volti al recupero di questo singolare ed emblematico abitato, attraverso la realizzazione di una nuova viabilità di accesso, a partire dal nuovo abitato di Castelnuovo dei Sabbioni, e il recupero di alcuni degli edifici più rappresentativi per la realizzazione di un museo e di un centro di documentazione.

Il Comune ha presentato alla Regione Toscana una proposta progettuale per il recupero dell’Antico borgo di Castelnuovo in Avane, a valere sull'Avviso pubblico destinato ai Comuni toscani per la manifestazione d’interesse finalizzata alla selezione di un Progetto pilota per la rigenerazione culturale, sociale ed economica dei borghi a rischio abbandono e abbandonati, in recepimento delle “Linee di indirizzo sulle modalità attuative dell’intervento 2.1 Attrattività dei Borghi, M1C3 Turismo e Cultura del Piano Nazionale di ripresa e resilienza (PNRR)” trasmesse alle Regioni dal Ministro della Cultura.

Detto Avviso era rivolto ai Comuni della Toscana per la presentazione di candidature al fine di individuare per la nostra regione il progetto pilota per la rigenerazione culturale, sociale ed economica di un borgo a rischio abbandono o abbandonato, al quale destinare la somma massima di 20 milioni di euro, finalizzata al rilancio economico e sociale del borgo, attraverso un progetto di recupero e rigenerazione che integri le politiche di salvaguardia e riqualificazione dei piccoli insediamenti storici con le esigenze di rivitalizzazione e rifunzionalizzazione degli stessi.

La Regione Toscana ha individuato, quale progetto pilota per la rigenerazione culturale, sociale ed economica dei borghi a rischio abbandono e abbandonati, l’Antico borgo di Castelnuovo in Avane e la proposta progettuale è stata ammessa a finanziamento con Decreto di assegnazione del Ministero della Cultura.

Finanziamento: € 20.000.000,00

Fonte del finanziamento: Finanziato dall’Unione Europea “Next Generation EU” - Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Missione 1 – digitalizzazione, innovazione, competività e cultura - Componente 3 – Cultura 4.0 (M1C3) - Misura 2 “Rigenerazione di piccoli siti culturali, patrimonio culturale, religioso e rurale” - Investimento 2.1. “attrattività dei borghi storici”

Stato di attuazione del progetto: progetto di fattibilità tecnica ed economica dei lavori di “Restauro conservativo dell’edificio già residenza di Andrea del Sarto”, in corso di redazione.

Procedura di affidamento della progettazione di fattibilità tecnica ed economica del borgo in corso.



Comune di Cavriglia

Torna in cima alla pagina