Un mese di feste paesane

Nel mese di luglio tante le inziative promosse nei centri abitati del territorio comunale: Santa Barbara, Castelnuovo dei Sabbioni, Meleto e Montegonzi.
Un mese di feste paesane

Santa Barbara

 
Venerdì 30 giugno, sabato 1 e domenica 2 luglio la frazione del fondovalle cavrigliese ha visto l'edizione 2017 di “Santa Barbara in Festa”, la manifestazione promossa in sinergia dalla locale parrocchia, dal Comitato Feste Santa Barbara e dal Circolo ARCI con il patrocinio e il sostegno dell'Amministrazione Comunale. A Santa Barbara non poteva mancare un'iniziativa che “toccasse” l'area mineraria ed ecco “La Minierina”, la passeggiata cicloturistica con bici e abbigliamento d'epoca che si è svolta in un percorso disegnato in parte nelle ex cave di lignite. Poi spettacoli, musica, serate conviviali e anche motori grazie all'esibizione di mini moto nel campo sportivo promossa dal Motoclub Promotor Valdarno

 


Castelnuovo dei Sabbioni
 
La tradizionale festa paesana è stata promossa dal locale Comitato Festeggiamenti con il patrocinio dell'Amministrazione Comunale. Tante le iniziative in programma da venerdì 7 a lunedì 10 luglio. Le “Feste del Perdono” hanno messo di nuovo in luce la vitalità del tessuto associativo castelnuovese. Tra i vari eventi da segnalare il grande successo per la camminta “Aria Acqua, terra e fuoco”, un'occasione per tanti castelnuovesi per tornare nell'area ex minerria, laddove un tempo sorgeva il vecchio abitato di Castelnuovo.
 























Meleto
 
Nel Medioevo Meleto fu capoluogo della Lega D’Avane per oltre un secolo. Oggi, a svariati secoli di distanza, tra musiche, spettacoli, tradizioni e sapori gli abitanti della frazione cavrigliese sono tornati in quelle epoche ormai remote con la quarta edizione della Festa del Re Maiale, l'evento principe delle Feste del Perdono. La rievocazione storica dell'epoca medievale, promossa dal Circolo Sociale di Meleto in collaborazione con la contrada Porta Senese di Figline Valdarno e l'Amministrazione Comunale ha visto una grandissima partecipazione di pubblico. Come consuetudine si è trattato di un percorso enogastronomico alternato a sbandieratori, musici, giocolieri, falconieri ed arcieri, spettacolo di mangiafuoco, giochi di guerra e antichi mestieri.






























Montegonzi
 
Il programma promosso dal tessuto associativo montegozese in collaborazione con l'Amministrazione Comunale ha visto tanti momenti di interesse. Applausi in particolare per Lorenzo Baglioni. Il cantastorie fiorentino, reduce da un tuor da tutto esaurito nei maggiori teatri toscani (Cavriglia compreso), si è esibito nella serata di sabato 22 luglio. Grande partecipazione anche per la visita guidata di Montegoni, richiesta anche in lingua inglese. Il borgo alle porte del Chianti, grazie alla collocazione geografica provilegiata, l'atmosfera medievale e la qualità delle strutture ricettive, è sempre stato meta per tanti turisti che adesso hanno uno strumento in più per conoscere meglio Montegonzi e l'intero territorio. Nella giornata di sabato 22 luglio infatti sono stati inaugurati cinque pannelli informativi sulla storia della frazione cavrigliese finanziati da Amministrazione Comunale, Liquigas e Associazione Culturale Le Chiavi della Memoria

Back to Top