Tensostruttura di Castelnuovo devastata dai vandali, l'Amministrazione invita la cittadinanza a prestare la propria manodopera per il ripristino dei locali nella mattina di sabato 2 aprile.

Tensostruttura di Castelnuovo devastata dai vandali, l'Amministrazione invita la cittadinanza a prestare la propria manodopera per il ripristino dei locali nella mattina di sabato 2 aprile.

Il Sindaco di Cavriglia Leonardo Degl'innocenti o Sanni in mattinata ha sporto denuncia contro ignoti alle forze dell'ordine per i gravissimi atti vandalici che hanno letteralmente distrutto la tensostruttura di Castelnuovo dei Sabbioni. “La madre degi imbecilli è sempre incinta” questa la prima frase del post pubblicato sul proprio profilo Facebook dal primo cittadino che in pochissimo tempo ha ricevuto tantissimi “like” e altrettante condivisioni diventando “virale”. La rabbia del Sindaco infatti, è la stessa dell'intera comunità cavrigliese, delle Associazioni e della Parrocchia di Castelnuovo dei Sabbioni che nei prossimi giorni avrebbero dovuto utilizzare la struttura per la “Festa della Primavera”. Ancora non è stata fatta una stima esatta dei danni, ma intanto l'Amministrazione Comunale lancia, un appello invitando i cittadini volontari, disposti a dare una mano per la ripulitura ed il ripristino dell'impianto distrutto dai vandali, a presentarsi la mattina di sabato 2 aprile prossimo alle 10 di fronte alla tensostruttura. Avverrà quindi, grazie proprio all'aiuto dei cittadini, il primo intervento necessario per restituire alla comunità una struttura pubblica adesso completamente inagibile.
Difficile trovare le parole di fronte ad un gesto talmente assurdo. “Anche a mente fredda – ha affermato il Sindaco Leonardo Degl'Innocenti o Sanni – fatico a dimenticare lo sdegno che ho provato di fronte ad un gesto talmente incivile, inspiegabile e delinquenziale. I soliti imbecilli, solo a causa della loro idiozia, hanno letteralmente distrutto un impianto pubblico che tra l'altro, tra pochi giorni, avrebbe dovuto ospitare alcune iniziative della “Festa della Primavera”, evento contraddistinto dal grande coinvolgimento della comunità castelnuovese con la quale condivido la rabbia per quello che è successo alla tensostruttura. Un impianto pubblico che avevamo deciso di mettere a disposizione della comunità con ben altre finalità rispetto al saccheggio e alla distruzione. Mi preme sottolineare che la struttura è pubblica e che gli interventi di riparazione verranno quindi pagati dai cittadini della nostra comunità. Ovviamente non sappiamo chi sono i responsabili di un gesto così vile ed inqualificabile ma per scoprirlo ho appena presentato denuncia contro ignoti ai Carabinieri. Vorrei poter credere che non siano state persone residenti nel nostro territorio – ha concluso il Sindaco - ma se invece così fosse, a pagare questo scempio dovrebbero essere loro stessi e le loro famiglie. Come ho già fatto attraverso i Social Network vorrei richiamare il senso di responsabilità che ha sempre contraddistinto i cittadini di Cavriglia e il rispetto che è sempre stato riservato alle opere pubbliche perché patrimonio di tutti. È questo il comportamento che mi aspetto dai miei concittadini. Non l'oltraggio”.

Fotogallery

Back to Top