Qualità dell'aria, dati del tuo Comune on-line grazie ad ARPAT

Qualità dell'aria, dati del tuo Comune on-line grazie ad ARPAT

Nello scorso mese di dicembre ARPAT ha innovato radicalmente la modalità di pubblicazione dei dati della qualità dell’aria in Toscana, ora organizzati secondo nuovi criteri e funzionalità.
Il sito Web dell'agenzia è stato infatti integrato da una nuova applicazione web dedicata alla qualità
dell'aria. http://www.arpat.toscana.it/temi-ambientali/aria/qualita-aria/ che rende disponibili nuove funzionalità in aggiunta al tradizionale servizio di pubblicazione dei bollettini della qualità dell'aria.
E' possibile valutare la situazione di ogni comune della Toscana, in quanto l'applicazione consente l'agevole ricerca del comune, filtrando automaticamente solo le stazioni della relativa zona omogenea.

Questi le informazioni ai quali cittadini potranno acceddere collegandosi direttamente al sito di ARPAT grazie a varie novità adottate per semplicifare la navigazione e quindi l'accesso alle notizie

Mappa della qualità dell'aria: fornisce un'indicazione sintetica ed immediata della situazione. I cerchi presenti sulla mappa corrispondono alle stazioni di monitoraggio presenti sul territorio; il colore di sfondo è associato alla concentrazioni rilevata. Cliccando sul cerchio si accede alla scheda della stazione dove si possono osservare le concentrazioni rilevate in base agli analizzatori automatici installati. Dalla mappa è possibile accedere al bollettino della qualità dell’aria per la data selezionata e viceversa.

Indicazione puntuale dei superamenti: l'elenco comprende tutte le situazione di criticità - ovvero i superamenti delle concentrazioni indicate dalla normativa come limite - rilevate nella rete nel corso dell'ultima settimana. Sono poi disponibili i dati di tutti i superamenti nell’anno solare ed anche il conteggio dei superamenti negli ultimi 365 giorni, con l’indicazione dei comuni a cui si riferiscono per i provvedimenti contingibili ed urgenti previsti dalla DGR 1182/2015.

Grafici per zona omogenea: l'utilità consente di visualizzare l'andamento di un inquinante su una scala temporale scelta dall'utente (per default ultimi 30 giorni, estendibili a tutto il periodo disponibile). Dopo aver selezionato l'inquinante l'utente può scegliere la zona omogenea di riferimento o - nel caso non la conosca:
- digitare il nome del comune di interesse per essere indirizzato alla zona corretta.

Gli stessi bollettini della qualità dell'aria - che rappresentano la "tradizione" - sono stati profondamente rinnovati:

• nella grafica: per uniformarli al nuovo codice colore, che attribuisce un colore specifico - dal verde al rosso - a specifici intervalli di concentrazione in modo da favorire la percezione della qualità dell'aria indipendentemente dal valore numerico e dal raffronto con il suo limite di riferimento;
• nel contenuto: cliccando sul nome della centralina, si accede a una scheda riepilogativa con le informazioni relative alla stazione di misura e una sintesi tabellare e grafica degli ultimi 30 giorni di monitoraggio.

Sono inoltre stati integrati nella nuova interfaccia i contenuti già disponibili e in particolare:

• l'archivio dei dati orari,
• le collezioni di report relativi alla qualità dell'aria,
• le informazioni sulle attività svolte da ARPAT in materia.


Come è noto, il Decreto legislativo n.33 del 14 marzo 2013 Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni, fra le altre disposizioni, prevede (art. 40 Pubblicazione e accesso alle informazioni ambientali) che nei siti Web di tutte le pubbliche amministrazioni sia presente un’apposita sezione denominata “informazioni ambientali”, nella quale mettere a disposizione tutte le informazioni in materia disponibili.

Back to Top