I Campi Verdi di Santa Barbara rinascono nel nome di Gabriele D'Uva

Si conclude un altro intervento che rende Cavriglia un comune sempre piĆ¹ all'avanguardia sul piano delle strutture sportive. Sabato 23 giugno alle 16:30 a Santa Barbara in via Ciarpaglini saranno inaugurati gli impianti che l'Amministrazione Comunale ha deciso di intitolare a Gabriele D'Uva, il giovane cavrigliese stroncato da una gravissima malattia a soli 16 anni.
I Campi Verdi di Santa Barbara rinascono nel nome di Gabriele D'Uva

Un'area sportiva riqualificata e restituita alla comunità, dove i giovani potranno crescere e divertirsi nel ricordo di un ragazzo che ci ha lasciato troppo in fretta. Sabato 23 giugno alle 16:30 a Santa Barbara in Via Ciarpaglini, conclusi i lavori di restyling, saranno inaugurati gli impianti sportivi “Gabriele D'Uva”.
L'intervento agli ex “Campi Verdi”, per una spesa complessiva di circa 100mila euro, ha visto un completo rifacimento della struttura. Nei due campi di cacio a 5 e tennis è stato steso un nuovo manto in erba sintetica, sono state recuperate le recinzioni e sono stati riqualificati gli spogliatoi, dove tra l'altro è stato realizzato anche un bagno per disabili.
L'Amministrazione Comunale ha deciso di intitolare i nuovi impianti a Gabriele D'Uva, il giovane di Santa Barbara stroncato da una malattia incurabile a soli 16 anni nell'ottobre del 2016. Gabriele era un ragazzo solare e determinato, che sapeva farsi apprezzare da adulti e coetanei. Ha frequentato l'Istituto Tecnico Economico Severi di San Giovanni Valdarno ed aveva una grande passione per sport ed il calcio. I primi calci al pallone da bambino nel settore giovanile della Sangiovannese, poi il passaggio all'Aquila 1902 Montevarchi, società in cui militava al momento della tragica scomparsa. Proprio in occasione di una partita ufficiale con la maglia rossoblu accusò un malore. Da lì ebbe inizio una lunga battaglia. Gabriele ha lottato con la forza di un leone, andando anche oltre i suoi limiti. Purtroppo però la malattia ha avuto la meglio.
Qualche mese dopo la morte, a febbraio 2017, i genitori e gli amici hanno fondato l'Associazione “Gabriele D'Uva” per cercare di dare un sostegno concreto a chi sta combattendo la stessa battaglia di Gabriele. Oltre a promuovere iniziative benefiche con incasso devoluto alle lotta contro il cancro, l'associazione ha raggiunto molti altri importanti obiettivi come la consegna di un defibrillatore all’Istituto Severi e l'istituzione di una borsa di studio in memoria del ragazzo deceduto il 16 ottobre del 2016.
Ad appena un mese dall'inaugurazione del campo “Davide Astori” di Cavriglia, l'Amministrazione Comunale ha portato a termine
un altro intervento pensato soprattutto per i giovani. Le nuove generazioni hanno bisogno di spazi di socializzazione dove trascorrere il loro tempo libero all'insegna dello sport e del benessere. Questo potrà avvenire negli impianti “Gabriele D'Uva”, dove i ragazzi, coltivando la stessa passione per lo sport che animava Gabriele, potranno acquisire una maggiore consapevolezza del valore della vita.
Al termine dell'inaugurazione si svolgerà la partita inaugurale del torneo di calcetto “Memorial Gabriele D'Uva”.

Back to Top