Cavriglia sempre più green

L'Amministrazione Comunale si è distinta come realtà virtuosa attraverso iniziative e campagne sulla promozione del risparmio energetico, il ricorso alle nuove fonti di energia rinnovabile e altri temi ambientali
Cavriglia sempre più green

Un comune che si pone in evidenza come esempio di sostenibilità ambientale e impegno in ottica green, attiva e partecipata. Nel tempo a Cavriglia le Amministrazioni Comunali che si sono succedute hanno investito attenzione e risorse sulla tutela dell'ambiente, l'innovazione tecnologica e la valorizzazione delle nuove fonti di energia. Partiamo dall'energia. Se Cavriglia può ancora permettersi di garantire ai propri cittadini una pressione fiscale tra le più basse di tutta la Toscana lo deve soprattutto agli importanti investimenti effettuati nel corso degli anni nel settore delle energie rinnovabili. Investimenti che, attraverso canoni concessori o risparmi sulle bollette energetiche, ormai da anni si traducono in importanti risorse economiche. Basti pensare che, oltre ai noti parchi fotovoltaici che si estendono per oltre 55 ettari e producono 20 milioni di Kw annui, nel nostro territorio tutti gli edifici di proprietà comunale sono dotati di un impianto fotovoltaico che li rende autosufficienti sul piano energetico o perlomeno contribuisce sensibilmente ad abbattere i costi della bolletta elettrica. Una “miniera di energia” che negli ultimi anni si è ulteriormente arricchita arricchita con il completo restyling dell'illuminazione pubblica e con i lavori di efficientamento energetico in corso in tutti i plessi scolastici del territorio comunale. Essere un Comune green significa anche tutelare e valorizzare l'ambiente che si circonda, obiettivo che Cavriglia quotidianamente cerca di raggiungere attraverso tante “buone pratiche”. Nei mesi scorsi è stato varato per la prima volta nella storia il “Piano dei tagli”,un piano di interventi di durata decennale per la valorizzazione delle aree boschive. Ma non solo. L'Amministrazione ha mostrato la propria attenzione nei confronti dell'ambiente e del verde diffuso nel territorio anche attraverso altre iniziative, realizzate con personale proprio, attraverso il coinvolgimento della cittadinanza oppure attraverso altri enti. Tutto questo senza dimenticare la riduzione di immissione di plastica nell'ambiente attraverso l'attivazione di 5 fontanelli di acqua potabile: in ordine cronologico Santa Barbara, Castelnuovo, Cavriglia, Meleto e Vacchereccia.
Come se tutto questo non fosse sufficiente, per sviluppare un nuovo concetto di mobilità sostenibile, a fianco degli investimenti nelle piste ciclabili, è stato avviato con EnelX. (la nuova divisione del gruppo elettrico dedicata a prodotti innovativi e soluzioni digitali) un percorso che porterà all'installazione di dieci centraline di ricarica elettrica nell'intero territorio comunale. Le centraline saranno installate in prossimità dei centri abitati e nei luoghi comunemente più frequentati. Ecco dove sorgeranno i “punti” di ricarica: San Cipriano, Santa Barbara, Meleto, area industriale di Bomba, Castelnuovo dei Sabbioni, Neri, Cavriglia capoluogo, circuiti di Bellosguardo, Montegonzi e Vacchereccia. Le colonnine saranno di tipo quick da 44 kW (due prese da 22 kW) e consentiranno ai veicoli elettrici di effettuare una ricarica in modo “intelligente”. Il progetto supporterà il crescente sviluppo delle cosiddetta mobilità a zero emissioni e contribuirà a rendere Cavriglia ancora più green.

Back to Top