Cala il sipario su "Pietra Sublime"

Il primo simposio internazionale di scultura Cavriglia si chiuderà nell'area dei circuiti di Bellosguardo con l'esposizione delle 12 opere monumentali. Appuntamento fissato per domenica 12 maggio a partire dalle 17
Cala il sipario su "Pietra Sublime"

Scultura come strumento di pace, di cooperazione internazionale, di bellezza e di dialogo tra i popoli. Si chiuderà con una festa alla quale parteciperà l'intera comunità cavrigliese “Pietra Sublime”, il primo simposio internazionale di scultura organizzato dall'amministrazione comunale e dall'associazione Aiesm, Associazione Internazionale Eventi di Scultura Monumentale. Appuntamento per domenica 12 maggio alle 17 nell’area dei circuiti polivalenti di Bellosguardo. Dopo due settimane all'insegna dell'integrazione, dell'arte e della ricerca del dialogo tra le nazioni saranno esposte le opere monumentali alle quali in questi giorni hanno lavorato i 12 scultori in rappresentanza di Giappone, Turchia, Cina, Armenia, Spagna, Bulgaria, Portogallo, Germania, India e Italia.
Ogni artista, selezionato dopo un apposita cernita dal comitato scientifico, si è cimentato con blocchi di pietra da scegliere tra marmo scultoreo, pietra serena e travertino con il fine di creare un'opera d'arte che poi resterà in dotazione alla comunità di Cavriglia. Le opere saranno collocate nei parchi pubblici di tutte le frazioni del territorio e nel capoluogo.
Durante questo periodo sono si sono susseguiti numerosi incontri con gli artisti da parte delle associazioni, della cittadinanza, delle scuole e di tutta la popolazione, nell'intento di innescare un virtuoso interscambio culturale che arricchisca la comunità e che nel contempo ha permesso a tutti di riflettere sul ruolo dell'arte come veicolo della bellezza di una terra, in particolare in un luogo speciale come Cavriglia.

Back to Top