Bici d'altri tempi nelle strade cavrigliesi

Domenica 10 settembre la pedalata turistica con bici e abbigliamento d'epoca promossa dal Comune di San Giovanni Valdarno ed Enel attraverserà buona parte del territorio comunale: l'area ex mineraria, Castelnuovo dei Sabbioni e Cavriglia. Autombilisti e curiosi sono pregati di prestare massima attenzione al transito dei ciclisti
Bici d'altri tempi nelle strade cavrigliesi

Anche per il Comune di Cavriglia la prossima sarà una domenica dedicata alle due ruote. Nella mattina di domenica 10 settembre prenderà il via tra le 7 e le 9 da Piazza Cavour di San Giovanni Valdarno. La Marzocchina, la pedalata turistica con bici e abbigliamento d'epoca promossa dal Comune di San Giovanni ed Enel attraverserà buona parte del territorio comunale cavrigliese. Dei quattro percorsi di diverso chilometraggio studiati per permettere a chiunque di partecipare, soltanto quello più breve non attraverserà il nostro territorio. Gli altri entreranno nel nostro Comune con il suggestivo attraversamento dell'area ex mineraria per poi salire a Castelnuovo dei Sabbioni con un passaggio nell'antico borgo dove sarà allestito il punto ristoro. Usciti da Castelnuovo il percorso prosegue lungo la SP 14 delle Miniere fino a Cavriglia. Una volta nel capoluogo i ciclisti entreranno per la prima volta in Piazza Berlinguer. A quel punto, a seconda del percorso scelto, i ciclisti torneranno a San Giovanni per la strada di Santa Lucia oppure svolteranno in direzione Montevarchi salendo nelle colline ai piedi del castello di Montegonzi. Durante l'arco dell'intera mattinata i passanti e gli automobilisti dovranno prestare massima attenzione al passaggio dei partecipanti, evitando di lasciare la propria auto in sosta nei tratti interessati dalla manifestazione.


Cos'è La Marzocchina
La Marzocchina è una ciclostorica ad iscrizione gratuita nei centri e nelle campagne del Valdarno attraverso borghi e paesaggi incantati, di cui moltissimi chilometri di strade bianche. Un’occasione unica per attraversare i percorsi sterrati e chiusi al traffico all’interno dell’area mineraria della Centrale di Cavriglia. Quattro percorsi studiati sia per i meno che per i più allenati. Quattro tracciati nel cuore della Toscana, attraverso borghi e paesaggi incantati. Moltissimi km di strade bianche per rivivere la storia del Valdarno. Tutti i partecipanti possono rifocillarsi ai ciclo ristori presenti nel tracciato, i partecipanti dei percorsi classico, intermedio e lungo hanno la possibilità di gustare molti piatti locali conditi con l’ottimo vino dei Colli Aretini all’interno del vecchio Borgo di Castelnuovo.

Back to Top